Loading...
Attendere prego......
Ignora collegamenti

LETTERA NOVEMBRE 2012

Lettera del Padre Direttore (NOVEMBRE 2012) Gentili zelatrici e stimati lettori, La corrispondenza, è proprio il caso nostro, è segno di vita! Incoraggio a mantenerla viva. Con la corrispondenza epistolare oltre che a far sapere proprie notizie e a chiedere l’occorrente di pagelline, corone o libretti, serve come stimolo a dare incremento all’Associazione. Scrivendo, non solo comunichiamo le nostre notizie, ma veniamo a conoscere quelle degli altri e allora quante iniziative “esplodono”.

Dietro l’esempio di altri, si moltiplicano gli incontri, si fa più numerosa la partecipazione all’Ora di Guardia; si invita il padre promotore del Rosario per qualche incontro periodico e così l’Associazione è conosciuta meglio da tutti gli iscritti e se ne fa parte con più frutto.
E di conseguenza anche il desiderio di fare conoscere il nostro movimento di preghiera ad altri, e di coinvolgerli, si fa più concreto e vitale. Il gruppo del Rosario allora diventa veramente una testimonianza di bene che “contagia santamente” e può aiutare spiritualmente tante altre persone.
Animati come siamo da queste buone intenzioni e per la preghiera che facciamo, con il Rosario in comune soprattutto, non mancheremo di cogliere anche frutti abbondanti.

Sono incoraggiato a incrementare la corrispondenza epistolare, specialmente con le zelatrici, perché ho saputo che molte persone gradiscono le pagine di cronaca e testimonianze della rivista. Oltre alle notizie dei gruppi, sono state riportate a volte, anche se nell’anonimato, alcune espressioni significative riguardanti lo spirito che anima certe zelatrici che svolgono davvero bene il loro ruolo. E questo con soddisfazione delle persone e certamente anche con il gradimento della Madonna perché l’unico desiderio di queste zelatrici è di lodarla e di farla conoscere sempre di più.
Pensiamo perciò di migliorare le pagine di corrispondenza e, con il vostro consenso, di riportare, in esse, parti di alcune vostre lettere: queste sono vere testimonianze dal vivo che valgono più di tanti discorsi e sono lo spaccato dei nostri gruppi.

Nelle pagine di questo numero della rivista, di novembre, si evidenziano abbastanza i segni di una buona comunicazione con la direzione dell’Associazione, ma deve diventare sempre più usuale da parte di tutti.
Con il mio vivo ringraziamento, sulle labbra e più nel cuore, a tutte voi per la generosa disponibilità e lodevole precisione nel consegnare i supplementi e nell’inviare le offerte, vi incoraggio a continuare fedelmente questo servizio di amore e di lode verso la Madonna e di aiuto per la perseveranza nella fede di tante persone.
Leggete particolarmente le pagine della rivista che riguardano l’Associazione da cui si può attingere esperienza ed incoraggiamento a superare le difficoltà incontrate.
Sono io, come direttore, a ringraziare voi se la nostra Associazione di lode a Maria, la Madre di Dio, cammina bene quasi ovunque, a parte dei cali di numero di aderenti in qualche gruppo.

Usando le parole di una di voi, dico a mia volta: “Preghiamo insieme la cara Madre celeste affinché infiammi sempre maggiormente i nostri cuori nell’offerta delle nostre corone del Rosario, che indegnamente le offriamo”. “La Madonna continui a guardarci assieme al suo amatissimo Figlio e possiamo essere sempre più ferventi”. “La Vergine Santa ci guidi sempre per tutta la vita”. “Con l’aiuto della Madonna auguro a tutti buona salute e buon lavoro”.

Ringrazio per il gradimento, espresso da più persone, per la rivista e i supplementi “che sono belli e completi e ci aiutano a meditare e pregare meglio con il Rosario”, e mentre ringrazio soprattutto per le preghiere promesse per me e per l’Associazione, tengo ad assicurare volentieri anche le mie preghiere per tutti voi alla Regina del S. Rosario.
Particolarmente in questo mese dedicato ai defunti, la recita devota del nostro Rosario sia di suffragio ai nostri cari e di conforto e sostegno a noi ancora pellegrini.
Un cordiale saluto.

P. Eugenio Zabatta, direttore dell’Associazione.

Visitate il Sito dell’Associazione del Rosario perpetuo: www.rosarioperpetuo.net


Torna su

Rosario Perpetuo

Direzione: Piazza S. Maria Novella, n. 18 – 50123 FIRENZE
Tel: 055 239 60 34 - 055 265 64 53

Segreteria: Via Cittadella, n. 39 - 50144 Firenze
Tel. 055 35 56 80 - CCP n. 304501 int. a "Rosario Perpetuo – FI".

Orario di apertura (solo i giorni feriali).
Direzione: ore 11,00-13,00; 14,30-17,00.
Segreteria ore 8,30 -12,30.

Centro del Rosario Perpetuo
P.za S. Maria Novella, 18 -
50123 FIRENZE
tel. 055 35 56 80
e-mail: rosario.perpetuo@tiscali.it

Area riservata | Credits
Cookies Policy